caprese
  • Categoria dell'articolo:Salute
  • Ultima modifica dell'articolo:22 Settembre 2022

Potresti aver sentito parlare della dieta della longevità e della sua promessa di una maggiore durata della vita, ma cos’è esattamente ed è diversa dalle altre diete che promuovono una buona salute?

La dieta della longevità è un insieme di raccomandazioni alimentari compilate da un biochimico chiamato Valter Longo, direttore del Longevity Institute della University of Southern California. È noto per le sue ricerche sul ruolo del digiuno, sugli effetti dei nutrienti sui geni e su come questi possono influire sull’invecchiamento e sul rischio di malattie.

Sebbene la dieta della longevità sia stata mirata agli anziani, è consigliata anche ai giovani. Longo ha detto che intende vivere fino a 120 anni seguendo questa dieta.

Allora, che aspetto ha la dieta?

Gli alimenti in questa dieta sono verdure, comprese verdure a foglia verde, frutta, noci, fagioli, olio d’oliva e frutti di mare a basso contenuto di mercurio.

Quindi la maggior parte degli alimenti nella dieta della longevità sono a base vegetale. Le diete a base vegetale sono generalmente più ricche di vitamine e minerali, fibre alimentari, antiossidanti e meno di grassi saturi e sale, che portano benefici per la salute.

Gli alimenti che sono scoraggiati sono un eccesso di carne e latticini e quelli ricchi di zuccheri trasformati e grassi saturi.

Per le persone che non vogliono rinunciare ai latticini, la dieta della longevità consiglia di passare dal latte di mucca a quello di capra o di pecora, che hanno un profilo nutritivo leggermente diverso. Ma ci sono poche prove che il latte di pecora e di capra fornisca maggiori benefici per la salute.

Includere i latticini fermentati (come formaggio e yogurt) nella dieta, come raccomandato nella dieta della longevità, è utile in quanto fornisce un microbioma più esteso (batteri buoni) rispetto a qualsiasi latte.

Hai già visto questa dieta?

Molti di voi potrebbero riconoscere questo come un modello dietetico familiare. È simile alla dieta mediterranea, soprattutto perché entrambi contengono l’olio d’oliva come olio preferito. La dieta mediterranea è promossa e supportata da un considerevole corpus di prove per promuovere la salute, ridurre il rischio di malattie e promuovere la longevità.

La dieta della longevità è anche simile a molte linee guida dietetiche nazionali basate sull’evidenza.

Digiuno intermittente

Un altro aspetto della dieta della longevità sono i periodi di digiuno specificati, noti come digiuno intermittente. La dieta raccomanda di mangiare in un arco di tempo di 12 ore e di non mangiare per tre o quattro ore prima di coricarsi.

Tipicamente con il digiuno intermittente le persone digiunano per 16-20 ore con una finestra di 4-8 ore per mangiare. Un’altra opzione di digiuno intermittente è la dieta 5:2, in cui il consumo è limitato a circa 2.000-3.000 kilojoule per due giorni alla settimana e per gli altri cinque giorni, mangiando normalmente.

L’evidenza indica che il digiuno intermittente può portare a miglioramenti nella resistenza all’insulina, che porta a un migliore controllo della glicemia. Ciò può ridurre il rischio di diabete di tipo 2 e altre malattie croniche, come malattie cardiache e obesità.

Mantieni un peso sano

La dieta della longevità raccomanda che le persone in sovrappeso mangino solo due pasti al giorno – colazione e un pasto di mezzogiorno o sera – più solo due spuntini a basso contenuto di zuccheri. Questo per cercare di ridurre l’assunzione di kilojoule per la perdita di peso.

Un altro aspetto importante di questa raccomandazione è ridurre gli spuntini, in particolare di cibi ricchi di grassi saturi, sale o zucchero. Questi sono gli alimenti che in genere chiamiamo alimenti discrezionali/a volte alimenti o alimenti ultra-elaborati. Questi offrono scarso valore nutritivo e in alcuni casi sono collegati a peggiori risultati sulla salute.

Mangia un arcobaleno di colori

La dieta della longevità raccomanda di mangiare cibi ricchi di sostanze nutritive, che anche la maggior parte delle linee guida dietetiche nazionali sostengono. Ciò significa seguire una dieta ricca di alimenti vegetali e una varietà di alimenti all’interno di ciascun gruppo alimentare.

Ogni colore di frutta e verdura contiene diversi nutrienti, quindi si consiglia di mangiare una gamma di frutta e verdura colorata. La raccomandazione di selezionare una gamma di cereali integrali rispetto a cereali raffinati, pane, pasta e riso riflette anche le migliori evidenze nutrizionali.

Limitare l’assunzione di proteine

Questa dieta raccomanda di limitare l’assunzione di proteine ​​a 0,68-0,80 g per chilogrammo di peso corporeo al giorno. Si tratta di 47-56 g di proteine ​​al giorno per una persona di 70 kg. Per riferimento, ciascuno di questi alimenti contiene circa 10 g di proteine: due uova piccole, 30 g di formaggio, 40 g di pollo magro, 250 ml di latte da latte, 3/4 tazze di lenticchie, 120 g di tofu, 60 g di noci o 300 ml di latte di soia.

Nella dieta della longevità si raccomanda che la maggior parte delle proteine ​​provenga da fonti vegetali o pesce. Ciò potrebbe richiedere una pianificazione speciale per garantire una gamma completa di tutti i nutrienti necessari se la dieta manca di carne rossa.

Ci sono problemi con questa dieta?

Questa dieta consiglia di assumere integratori multivitaminici e minerali ogni tre o quattro giorni. Longo dice che questo previene la malnutrizione e non causerà alcun problema nutrizionale.

Tuttavia, molti enti sanitari, tra cui il World Cancer Research Fund, la British Heart Foundation e l’American Heart Association, non raccomandano l’assunzione di integratori per prevenire il cancro o le malattie cardiache.

Gli integratori dovrebbero essere assunti solo su consiglio del medico, dopo un esame del sangue che mostra una carenza di un nutriente specifico. Questo perché alcune vitamine e minerali possono essere dannosi in quantità elevate.

Se stai mangiando una varietà di cibi in tutti i gruppi di alimenti, stai soddisfacendo tutte le tue esigenze nutrizionali e non dovresti aver bisogno di integratori.

Il verdetto?

Questa dieta di longevità è una raccolta di molti aspetti di modelli alimentari sani basati sull’evidenza. Li promuoviamo già perché migliorano la nostra salute e riducono il rischio di sviluppare malattie croniche. Tutti questi aspetti di un’alimentazione sana potrebbero portare a una maggiore longevità.

Ciò che non viene menzionato nella dieta della longevità è l’importanza dell’esercizio per una buona salute e una lunga vita.

Autore

Evangeline MantziorisUniversità dell’Australia Meridionale