pianeti
  • Categoria dell'articolo:Curiosità / Scienza
  • Ultima modifica dell'articolo:25 Marzo 2022

È una domanda a cui gli scienziati non vedono l’ora di rispondere. La risposta breve è che semplicemente non lo sappiamo. Molte persone sospettano che ci debba essere vita oltre la Terra, ma non abbiamo ancora trovato alcuna prova.

Il fatto che non abbiamo ancora trovato esseri viventi altrove non significa che tale vita non esista. Cercare la vita è davvero difficile, anche nel sistema solare, quindi potrebbe essere che ci sia vita molto vicino a noi. Semplicemente non l’abbiamo ancora trovata.

La mia ipotesi è che probabilmente ci sia vita altrove nell’Universo – e la ragione di ciò è proprio quanto sia gigantesco l’universo.

Solo nel nostro sistema solare, ci sono molti posti dove la vita potrebbe esistere

Andiamo a fare un giro dell’Universo, partendo da casa, nel Sistema Solare

Il nostro sistema solare è composto da otto pianeti: 

MercurioVenereTerraMarteGioveSaturnoUrano e Nettuno – e probabilmente questo è tutto.

In effetti, il sistema solare contiene un numero immenso di oggetti. Conosciamo centinaia di migliaia di asteroidi e pensiamo che potrebbero esserci più di dieci trilioni di comete, mantenute in celle frigorifere attorno al Sole, a metà strada dalla stella più vicina. Dieci bilioni sono 10.000.000.000.000. Sono un sacco di comete, tutte fatte di ghiaccio e polvere!

Tra i tanti oggetti nel sistema solare, pensiamo che i posti migliori in cui cercare la vita siano quelli che hanno acqua liquida, o ce l’hanno avuta in passato. Come mai? Ebbene, sulla Terra, ovunque troviamo l’acqua troviamo la vita, quindi sembra naturale cercare dove è presente l’acqua liquida!

Marte è il nostro obiettivo principale e continuiamo a inviare veicoli spaziali per cercare di scoprire se ci sia mai stata vita lì.

Ma c’è un numero crescente di altri obiettivi: lune in orbita attorno ai pianeti giganti che hanno vasti oceani di acqua liquida, sepolti in profondità nel sottosuolo.

Intorno a Giove sappiamo che EuropaGanimede e Callisto hanno oceani, ognuno dei quali ha più acqua della Terra. Anche le lune di Saturno hanno oceani, con il minuscolo Encelado forse il luogo più sorprendente in cui abbiamo trovato acqua liquida.

Quindi, solo nel nostro sistema solare, ci sono un sacco di posti in cui pensiamo possa esistere la vita – e siamo impegnati a cercare di vedere se c’è.

Un universo pieno di pianeti

Ma il sistema solare è solo uno di un numero immenso di sistemi planetari. Il Sole è una delle circa 400 miliardi di stelle nella nostra galassia, la Via Lattea. Sono 400.000.000.000 di stelle. E fin da bambini, abbiamo imparato che quasi tutte le stelle hanno pianeti.

Cosa significa questo? Bene, se supponiamo che ogni stella abbia otto pianeti (come il Sole), allora se ci sono 400.000.000.000 di stelle nella galassia, ci saranno 3,2 bilioni di pianeti (3.200.000.000.000, ovvero 200 miliardi di gruppi di otto).

È un numero enorme di mondi alieni da cercare, luoghi in cui potrebbero esserci esseri viventi.

Un universo pieno di galassie

Ma questo è ancora solo l’inizio. La nostra galassia, la Via Lattea, è un’unica “città” di stelle, tutte raggruppate insieme.

Ma ci sono molte altre galassie là fuori. In effetti, gli scienziati pensano che potrebbero esserci 3,2 quadriglioni (3.200.000.000.000.000.000.000.000) di pianeti, solo nel pezzo di universo che possiamo vedere.

Quanto è grande quel numero? Bene, questo significa che ci sono più di un milione di pianeti nell’universo per ogni singolo granello di sabbia del nostro pianeta.

Cosa significa per la vita?

Con così tanti pianeti, è difficile immaginare che non ci siano esseri viventi oltre la Terra. Ci sono semplicemente così tanti posti che potrebbero avere vita che, personalmente, penso che ci debba essere un numero enorme di pianeti abitati attraverso l’universo. Probabilmente miliardi, bilioni o addirittura biliardi!

Ma lo scopriremo mai?

Mi piacerebbe davvero pensarlo, ma lo spazio è enorme e la ricerca sarà davvero difficile. Se troveremo la vita nel prossimo futuro, scommetto che la troveremo vicino a casa, da qualche parte nel sistema solare.

Autore

Jonti Horner, Università del Queensland meridionale