sangue

Perché il sangue è rosso?

  • Pubblicato
  • Aggiornato
  • 4 minuti di lettura

Il sangue è all’interno del nostro corpo, ma lo vediamo all’esterno quando sanguiniamo, come quando ci facciamo un taglio o ci sanguina il naso.

Il sangue è rosso a causa di qualcosa chiamato emoglobina. L’emoglobina è rossa e questo rende rosso il nostro sangue.

Ma a cosa serve l’emoglobina? Ebbene, abbiamo bisogno dell’emoglobina per trasportare l’ossigeno nel sangue.

Potrebbe sembrare un po’ complicato, quindi esaminiamo più da vicino il motivo per cui abbiamo bisogno di ossigeno e perché abbiamo bisogno dell’emoglobina per trasportare l’ossigeno nel sangue.

Tutti hanno bisogno di ossigeno per sopravvivere

Abbiamo bisogno di ossigeno affinché il nostro corpo funzioni.

Il nostro corpo è composto da milioni e milioni di minuscole cellule. Tutte le cellule del nostro corpo hanno bisogno dell’ossigeno presente nell’aria che respiriamo e dei nutrienti del cibo che mangiamo.

Le cellule utilizzano ossigeno e sostanze nutritive per produrre energia in modo che possano svolgere il loro lavoro. Ad esempio, le cellule dei nostri muscoli hanno bisogno di energia per muoverci, e le nostre cellule cerebrali hanno bisogno di energia per poter imparare.

Ogni volta che inspiri, inspiri ossigeno nei polmoni. Il nostro cuore pompa il sangue ai polmoni per raccogliere questo ossigeno.

Successivamente il cuore pompa il sangue con questo ossigeno a tutte le cellule del nostro corpo.

Dopo che il sangue ha eliminato l’ossigeno utilizzato dalle cellule, ritorna al cuore e ai polmoni per raccogliere nuovamente altro ossigeno.

Le nostre cellule hanno bisogno continuamente di ossigeno perché sono sempre in funzione.

Allora dove entra in gioco l’emoglobina?

L’ossigeno viaggia nel sangue fino alle nostre cellule attraverso i vasi sanguigni. Ma l’ossigeno non si dissolve molto bene nel sangue.

Se avessimo solo ossigeno nel sangue, potremmo formare bolle d’aria. Queste bolle si attaccherebbero ai lati dei vasi sanguigni. Ciò significa che l’ossigeno potrebbe rimanere bloccato e non raggiungere le nostre cellule.

Fortunatamente, l’emoglobina trasporta l’ossigeno nel sangue, quindi non forma bolle d’aria e non si blocca lungo il percorso.

Possiamo pensare a questo meccanismo come se volessimo provare a spostare una pietra lungo un fiume. Una pietra non può galleggiare lungo un fiume perché affonderà sul fondo. Ma se mettiamo la pietra in un contenitore galleggiante, il contenitore può galleggiare lungo il fiume e portare con sé la pietra.

L’emoglobina è come un contenitore per l’ossigeno di colore rosso. È il nostro trasportatore di ossigeno.

Quindi, poiché abbiamo l’emoglobina rossa nel sangue, che serve per trasportare l’ossigeno, il nostro sangue è rosso.

Il sangue può essere rosso vivo o rosso scuro

Quando l’emoglobina trasporta più ossigeno, assume una tonalità di rosso più brillante.

Ciò significa che il sangue che viaggia dal cuore e dai polmoni alle cellule con molto ossigeno è di un rosso brillante.

Dopo che l’emoglobina ha ceduto il suo ossigeno alle cellule, è di colore rosso scuro opaco. Ciò significa che il sangue che ritorna al cuore e ai polmoni contiene meno ossigeno e quindi è di colore rosso scuro.

Possiamo vedere alcune delle nostre vene (i vasi sanguigni che riportano il sangue al cuore) proprio sotto la pelle. Ad esempio, sul dorso delle nostre mani.

Il sangue in queste vene può apparire di colore verde-blu. Questo perché guardiamo questo sangue attraverso la nostra pelle. Questo cambia il colore che vediamo.

Ma sappiamo che quando sanguiniamo, il nostro sangue non è blu o verde, ma è decisamente rosso.

Non tutti gli animali hanno il sangue rosso

Un polipo può avere sangue blu e alcune lucertole hanno anche sangue verde.

Questo sangue blu e verde è dovuto anche al colore del portatore di ossigeno. Questi animali non hanno l’emoglobina rossa come la nostra. Hanno un portatore di ossigeno blu o verde. Questo rende il loro sangue blu o verde.