Big bang
  • Categoria dell'articolo:Curiosità / Scienza
  • Ultima modifica dell'articolo:20 Novembre 2022

Il Big Bang è un’idea sulla storia dell’Universo, la storia dello spazio e del tempo, della materia e dell’energia. L’Universo ha circa 13,8 miliardi di anni e dalle osservazioni che facciamo usando i telescopi possiamo dire che l’Universo era molto piccolo 13,8 miliardi di anni fa.

Le osservazioni suggeriscono anche che nella prima frazione di secondo, l’Universo sembrava espandersi molto rapidamente, ma poi successivamente rallentava. Dopo poche centinaia di migliaia di anni si formò il primo tipo più semplice di atomo: l’idrogeno. Successivamente l’idrogeno iniziò a formare stelle e galassie.

Dopo miliardi di anni la Terra si formo dagli atomi creati all’interno delle stelle – ogni atomo nel tuo corpo più complicato dell’idrogeno è stato prodotto da una stella ad un certo punto negli ultimi 13,8 miliardi di anni. In tutto questo tempo, l’Universo ha continuato ad espandersi. In effetti, le osservazioni ora ci dicono che l’espansione dell’Universo sta diventando più veloce.

La teoria del Big Bang concorda con tutte queste osservazioni. Quindi gli scienziati pensano che il Big Bang sia una teoria valida nel descrivere la storia dell’Universo.

Tuttavia, la teoria non è perfetta. Non sappiamo perché l’Universo si è espanso così rapidamente nel primo secondo e poi ha rallentato. Non sappiamo perché l’espansione dell’Universo stia accelerando ora. Non sappiamo perché abbiamo un certo numero di forze che controllano l’UniversoE non sappiamo cosa abbia dato inizio al Big Bang!

Telescopi molto grandi, come il Murchison Widefield Array, possono fare osservazioni che ci aiutano a capire come si è evoluto l’Universo.

Ci sono voluti centinaia di anni per costruire la teoria del Big Bang e potrebbe volerci molto tempo per migliorarla o trovarne una migliore. Gli scienziati hanno molte ipotesi su come è iniziato il Big Bang. Ma queste idee devono concordare con le nostre osservazioni dell’Universo.

Il futuro è sempre molto eccitante per chiunque voglia dare un contributo a capirlo. La tecnologia avanzata di cui disponiamo oggi ci permette di costruire macchine che frantumano particelle (minuscoli frammenti di materiale anche più piccoli di un atomo) per mostrare cosa è successo subito dopo il Big Bang. Inoltre oggi possiamo costruire nuovi e potenti telescopi per osservare stelle e galassie sempre più lontane nell’Universo. Useremo queste macchine e questi telescopi per vedere quali teorie sul Big Bang sono giuste e quali sono sbagliate, per comprendere sempre meglio il nostro Universo.

Autore

Steven Tingay, Professor of Radio Astronomy, Curtin University