pipistrelli
  • Categoria dell'articolo:Curiosità / Scienza
  • Ultima modifica dell'articolo:26 Dicembre 2021

Perché i pipistrelli trasmettono malattie mortali come l’ebola agli umani?

Questa è un’ottima domanda – ed è una di quelle su cui medici e scienziati stanno indagando da un po’. Le ragioni per cui i pipistrelli trasmettono molte malattie agli umani hanno a che fare con il loro stile di vita unico e come si sono evoluti.

I pipistrelli hanno più probabilità di altri animali di avere un’ampia varietà di malattie come l’ebola, la rabbia e i coronavirus e più probabilità di trasmetterceli.

Volo e difesa dalle malattie

I pipistrelli sono gli unici mammiferi che volano liberamente e gran parte della loro biologia riguarda il volo. Volare richiede molta energia, quindi i pipistrelli devono mangiare con diete di alta qualità. Una dieta a base di foglie, a basso contenuto energetico, non sarebbe sufficiente per la maggior parte dei pipistrelli. In genere preferiscono cibi ricchi di zucchero e proteine come frutta, polline, insetti, ragni, piccoli animali e persino sangue.

La maggior parte dell’energia di un pipistrello è necessaria per alimentare le sue ali, quindi altri sistemi nel suo corpo si sono evoluti per essere molto efficienti. Il sistema immunitario è un esempio particolarmente valido. Gli scienziati hanno dimostrato più e più volte che quando un pipistrello contrae una malattia che sarebbe grave o fatale per l’uomo, sembra che si ammalino a malapena.

Laddove il tuo corpo potrebbe dover combattere duramente per sconfiggere una malattia, facendoti ammalare nel processo, il corpo di un pipistrello lo tollera. Ciò significa che rimangono sani e in grado di volare e nutrirsi quando sono infetti.

In effetti, il corpo di un pipistrello è così bravo a tollerare le malattie che tendono ad averne più di noi. Ciò significa che anche un pipistrello dall’aspetto sano può essere portatore di diverse malattie.

I pipistrelli sono socievoli e longevi

La maggior parte dei pipistrelli vive in grandi gruppi sociali e interagisce a stretto contatto tra loro. Si prendono cura degli altri membri del gruppo: i pipistrelli vampiri, ad esempio, rigurgitano il cibo per gli amici che non sono riusciti a trovarne. I pipistrelli vivono anche più a lungo, in media, rispetto ad altri mammiferi di dimensioni simili. Le dimensioni sono legate alla durata della vita, con animali più grandi che in genere vivono più a lungo e più lentamente.

Quando ricordiamo che anche i pipistrelli tollerano bene le malattie, possiamo vedere che essere molto sociali significa che i membri di una tipica popolazione di pipistrelli possono trasmettersi molte malattie l’un l’altro – ed è improbabile che muoiano nel processo.

Questo rende un tipico gruppo di pipistrelli una specie di focolaio di malattie. Significa anche che le malattie che possono infettare i pipistrelli hanno buone possibilità di mutare in nuove forme. Dal momento che il sistema immunitario dei pipistrelli li protegge dalle malattie, le malattie possono rimanere nascoste all’interno di bei corpi di pipistrelli caldi per mesi o anni e avere un sacco di tempo per evolversi. Questo è il motivo per cui i pipistrelli potrebbero essere importanti fonti di nuove malattie, oltre a trasmettere quelle più vecchie.

Volare avvicina i pipistrelli a noi

I pipistrelli si trovano in tutto il mondo e ce ne sono molti, oltre 1.200 specie diverse. Ciò significa che non siamo mai troppo lontani da un pipistrello, soprattutto perché possono volare per lunghe distanze.

In alcune parti del mondo non devi preoccuparti finché non maneggi i pipistrelli. I pipistrelli insettivori, ad esempio, trasmettono malattie all’uomo solo per contatto diretto o contaminando il cibo con la loro cacca (cosa molto rara).

In altri luoghi, i pipistrelli potrebbero mangiare lo stesso frutto degli umani locali. Gli esseri umani possono quindi contrarre malattie dalla saliva dei pipistrelli. In alcuni casi, i pipistrelli stessi vengono mangiati dagli umani. Poiché i pipistrelli possono sembrare sani anche quando non lo sono, mangiare un pipistrello è particolarmente rischioso.

Isabelle Catherine Winder Senior Lecturer in Zoology, Bangor University