Danza per la cura della salute mentale

La danza una terapia che aiuta la salute mentale

  • Pubblicato
  • Aggiornato
  • 6 minuti di lettura

Alcuni anni fa, incorniciato dallo skyline di Detroit, un gruppo di circa 15 bambini si è reinsediato mentre i rifugiati dal Medio Oriente e dall’Africa saltavano e volteggiavano, agitando nell’aria stelle filanti blu, rosa e bianche.

La scena accattivante era fortemente simbolica. Ogni streamer conteneva un pensiero, una sensazione o un ricordo negativo che i bambini avevano scritto sugli streamer. Al segnale e all’unisono, i bambini hanno rilasciato le loro stelle filanti in aria, poi si sono seduti vicino. 

I bambini stavano partecipando a un’attività di danzaterapia come parte del programma di ricerca del nostro team che esplorava approcci basati sul corpo al trattamento della salute mentale nelle persone reinsediate come rifugiati.

Nel 2017, il nostro laboratorio, la Stress, Trauma and Anxiety Research Clinic, ha iniziato a sperimentare terapie di movimento per aiutare ad affrontare i traumi nelle famiglie di rifugiati. Stiamo imparando che il movimento può non solo fornire un modo per esprimere se stessi, ma anche offrire un percorso verso la guarigione e strategie per gestire lo stress.

Immagine della sagoma di un partecipante impegnato nell'attività degli streamer descritta nella storia
La danza e la terapia del movimento offrono un approccio mente-corpo auto-potenziante al trattamento della salute mentale. David Dalton, CC BY-ND

In media, ogni anno circa 60.000 bambini vengono reinsediati come rifugiati nelle nazioni occidentali. L’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati stima che negli ultimi 40 anni siano stati sfollati 6 milioni di afgani e una nuova ondata di decine di migliaia di persone sta fuggendo dal dominio dei talebani.

Sono un neuroscienziato specializzato nella comprensione di come il trauma rimodella il sistema nervoso dei giovani in via di sviluppo. Uso queste informazioni per esplorare le arti creative e le terapie basate sul movimento per trattare lo stress e l’ansia. L’istinto di muovere il corpo in modi espressivi è antico quanto l’umanità. Ma le strategie basate sul movimento come la danzaterapia hanno ricevuto solo di recente molta attenzione nei circoli di trattamento della salute mentale.

Come ballerino, ho sempre trovato che l’espressione emotiva non verbale offerta attraverso il movimento fosse incredibilmente terapeutica. Ora, attraverso la mia ricerca in neuroscienze, mi sto unendo a un numero crescente di studiosi che lavorano per rafforzare la base di prove a sostegno degli interventi basati sul movimento.

Indice

Una mente e un corpo

Molte persone sono alla ricerca di nuovi modi per affrontare e gestire le turbolenze emotive.

I conflitti in tutto il mondo, così come i cambiamenti climatici e i disastri naturali, hanno contribuito alla crescente crisi globale dei rifugiati. Ciò richiede risorse per il reinsediamento, l’istruzione e l’occupazione, la salute fisica e, soprattutto, la salute mentale.

Interventi che offrono attività fisica e componenti di creatività in un momento in cui i bambini e le persone di tutte le età rischiano di essere sedentari e con un ridotto arricchimento ambientale possono essere utili. Le arti creative e gli interventi basati sul movimento possono essere adatti per affrontare non solo gli aspetti emotivi ma anche fisici della malattia mentale, come il dolore e la fatica. Questi fattori spesso contribuiscono al disagio e alla disfunzione significativa che spingono le persone a cercare assistenza.

Perché la danza e la terapia del movimento?

È noto che il movimento del corpo in sé e per sé ha una moltitudine di benefici, tra cui la riduzione dello stress percepito, l’ abbassamento dell’infiammazione nel corpo e persino la promozione della salute del cervello. In effetti, i ricercatori comprendono che la maggior parte della nostra comunicazione quotidiana è non verbale e che i ricordi traumatici sono codificati, o archiviati, in parti non verbali del cervello. Sappiamo anche che stress e traumi vivono nel corpo. Quindi ha senso che, attraverso pratiche guidate, il movimento possa essere sfruttato per raccontare storie, incarnare e rilasciare emozioni e aiutare le persone ad “andare avanti”.

Le sessioni di danza e terapia del movimento pongono l’accento sulla promozione della creatività e dell’adattabilità al fine di aiutare le persone a sviluppare una maggiore flessibilità cognitiva, autoregolazione e autodirezione. Ciò è particolarmente importante perché la ricerca mostra che le esperienze precoci di vita e il modo in cui i bambini imparano ad affrontarle possono avere un impatto duraturo sulla loro salute fino all’età adulta.

Secondo il Child Mind Institute Children’s Mental Health Report, l’80% dei bambini con disturbi d’ansia non riceve le cure di cui hanno bisogno. Ciò potrebbe essere dovuto a barriere come la disponibilità dei medici e l’alfabetizzazione culturale, i costi e l’accessibilità e lo stigma che circonda le condizioni e il trattamento della salute mentale.

Stiamo scoprendo che la danza e la terapia del movimento e altri programmi di salute comportamentale di gruppo possono aiutare a colmare importanti lacune. Ad esempio, queste strategie possono essere utilizzate in combinazione con i servizi che le persone stanno già ricevendo. E possono fornire un’opzione accessibile e conveniente nelle impostazioni scolastiche e comunitarie. La danza e la terapia del movimento possono anche infondere abilità di coping e tecniche di rilassamento che, una volta apprese, possono durare una vita.

Ma funziona?

La nostra ricerca e quella di altri stanno dimostrando che la danza e la terapia del movimento possono costruire il senso di autostima dei bambini, migliorare la loro capacità di regolare le loro emozioni e reazioni e renderli capaci di superare gli ostacoli.

Proprio come lo yoga e la meditazione, la danza e la terapia del movimento hanno, alla radice della sua pratica, un focus sulla respirazione profonda attraverso il diaframma. Questo movimento respiratorio intenzionale spinge e attiva fisicamente il nervo vago, che è un grande nervo che coordina una serie di processi biologici nel corpo. Quando lavoro con i bambini, chiamo questa forma di respirazione e di attivazione nervosa il loro “superpotere”. Ogni volta che hanno bisogno di calmarsi, possono fare un respiro profondo e, impegnando il nervo vago, possono portare i loro corpi a uno stato più rilassato e meno reattivo.

Un’analisi di 23 studi di ricerca clinica ha indicato che la danza e la terapia del movimento possono essere un metodo efficace e appropriato per i pazienti bambini, adulti e anziani che presentano una vasta gamma di sintomi, compresi i pazienti psichiatrici e quelli con disturbi dello sviluppo. E sia per gli individui sani che per i pazienti, gli autori hanno concluso che la danza e la terapia del movimento erano più efficaci per ridurre la gravità dell’ansia rispetto ad altri sintomi. La ricerca del nostro team ha anche mostrato risultati promettenti per i benefici della danza e della terapia del movimento nel ridurre i sintomi del disturbo da stress post-traumatico e dell’ansia nei giovani che si reinsediano come rifugiati.

Forse la prova più promettente per la danza e la terapia del movimento non è, come si suol dire, ciò che gli occhi non possono vedere. In questo caso, è ciò che gli occhi possono vedere: i bambini rilasciano i loro streamer, le loro emozioni e ricordi negativi, salutandoli e guardando avanti a un nuovo giorno.

Autore

Lana Ruvolo Grasser, Ph.D. Candidate and Graduate Research Fellow, Wayne State University