eclissi solare
  • Categoria dell'articolo:Curiosità / Scienza
  • Ultima modifica dell'articolo:18 Settembre 2022

Ogni mese, al momento della luna nuova, il sole e la luna sono insieme nel cielo diurno. La maggior parte delle volte la luna passa inosservata.

Ma almeno due volte l’anno, da qualche parte sulla Terra vedrà la luna passare davanti al sole e si verificherà lo spettacolare fenomeno di un’eclissi solare. (Puoi controllare quando la tua parte del mondo ne vedrà una sul catalogo dell’eclissi solare della NASA.)

Mentre a volte la luna colpisce perfettamente il suo segno e il sole è drammaticamente nascosto alla vista in un’eclissi solare totale, è anche possibile che la luna si allinei direttamente con il sole ma non lo blocchi completamente.

In questa circostanza, si verifica un’eclissi anulare, un anello di luce solare risplende intorno alla luna scura.

Ma più comunemente sperimentiamo un’eclissi solare parziale. In questo caso, il percorso della luna attraversa solo in parte il sole e, utilizzando il giusto tipo di attrezzatura, è possibile vedere un pezzo di sole scomparire dietro la luna.

La misura è importante

È una coincidenza che è possibile che si verifichi un’eclissi solare totale. La luna è molto più piccola del Sole, ma è anche molto più vicina. Per diametro la luna è circa 400 volte più piccola e per distanza è circa 400 volte più vicina.

Questa corrispondenza perfetta significa che per noi sulla Terra, il sole e la luna appaiono di dimensioni simili.

Ma c’è di più. Chiunque sia stato a conoscenza della mania della superluna che si è sviluppata negli ultimi anni, saprà anche che la dimensione apparente della luna varia leggermente durante il mese. Questo perché la luna viaggia lungo un’orbita ellittica attorno alla Terra. (Anche la dimensione del sole varia a causa dell’orbita ellittica della Terra, ma ha un effetto molto più piccolo.)

Il cambiamento delle dimensioni della luna influisce sul tipo di eclissi solare che verrà vista ogni volta che la luna passa direttamente davanti al sole.

Se si verifica un’eclissi solare quando la luna è vicina all’apogeo (o più lontana dalla Terra), la luna apparirà troppo piccola per coprire completamente il sole. Un sottile anello di luce solare rimane in vista, creando un’eclissi anulare.

Poiché la luna è più lontana, è l’ombra della luna che tocca la Terra. Questa sezione dell’ombra della luna si estende oltre l’ombra o la parte più oscura dell’ombra.

Un’eclissi solare totale si verifica quando la luna è abbastanza vicina da consentire all’ombra di raggiungere la Terra. E più la luna è vicina, più dura la totalità. In rare occasioni la totalità può estendersi per poco più di sette minuti. Ma la maggior parte delle volte dura solo un paio di minuti o giù di lì.

Momento giusto, posto giusto

Ogni volta che il sole, la luna e la Terra si allineano per produrre un’eclissi solare, c’è solo una parte limitata della Terra che viene proiettata nell’ombra.

Nel 2012, l’astronauta della NASA Don Petit ha catturato un’eclissi solare a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Da questo incredibile punto di vista, è stato possibile vedere la piccola ombra della luna sfrecciare sul pianeta a quasi 2.000 km/h.

Le immagini di Petit hanno catturato un’eclissi anulare e solo i luoghi vicini al centro dell’ombra hanno visto il sole diventare un anello di luce. Ma lo stesso vale anche per le eclissi solari totali. È solo vicino al centro dell’ombra della luna che si vede la totalità.

Tutte le altre regioni all’interno dell’ombra vedono un’eclissi parziale. Questi luoghi si trovano all’interno dell’ombra penombra della luna che è molto più grande dell’ombra o dell’antumbra.

A volte, l’allineamento del sole, della luna e della Terra non è perfetto e da nessuna parte sulla Terra si vede la luna passare direttamente davanti al sole. Questa è un’eclissi veramente parziale e solo l’ombra penombra della luna cade sulla Terra.

È interessante notare che in rare occasioni un’eclissi può essere sia un’eclissi totale che un’eclissi anulare. Tutto dipende da dove sulla Terra lo stai guardando.

Conosciuta come un’eclissi ibrida, ciò che accade è che la Terra si trova molto vicino al punto debole, tra le ombre umbrali e antumbrali. Sorprendentemente, la curvatura della Terra è sufficiente per portare alcuni punti nell’ombra per creare un’eclissi solare totale, mentre altri sono un tocco più lontani e cadono nell’antumbra per vedere un’eclissi anulare.

Durante un’eclissi solare, l’ombra proiettata dalla luna è così piccola e si muove così velocemente che l’eclissi segue un sottile percorso attraverso la Terra. Ogni luogo lungo il percorso vede l’eclissi a suo tempo.

Questo è molto diverso da un’eclissi lunare, in cui la luna è inghiottita dall’ombra molto più grande della Terra. Le eclissi lunari sono viste dall’intero lato notturno della Terra e tutti, indipendentemente da dove si trovino, sono testimoni dell’evento esattamente nello stesso momento.

Guarda un’eclissi, ma non ferirti gli occhi

La cosa più importante da sapere sulle eclissi solari è che non puoi guardarne una senza prima proteggere i tuoi occhi. Il sole emette un’intensa radiazione UV che rende dannoso guardare il sole in qualsiasi momento.

Un’eclissi rende più allettante guardare il sole. Ma anche se la luna può bloccare le regioni del sole, rimangono sufficienti radiazioni UV per causare danni permanenti alla vista.

Non perdere l’occasione di assistere a un’eclissi solare, ma prendi le giuste precauzioni per farlo.

A volte si tratta di guardarsi intorno e lasciare che la natura dia una mano. Le ombre create da un albero frondoso sul terreno o su un muro (da cinque a dieci metri di distanza), possono produrre punti luminosi circolari sovrapposti. Questi punti luminosi sono immagini del sole e durante un’eclissi si trasformano in mezzelune.

Ma per vedere direttamente l’eclissi, uno dei metodi più semplici è acquistare occhiali per eclissi economici ma appositamente progettati da rinomati negozi di telescopi e astronomia o dal tuo osservatorio pubblico locale, centro scientifico o planetario.

Tali organizzazioni, così come le società astronomiche dilettantistiche, possono anche organizzare eventi di osservazione utilizzando speciali telescopi solari o montando filtri solari sui loro normali telescopi astronomici.

Il miglior metodo fai-da-te è creare una fotocamera stenopeica. Il più semplice consiste nel fare un piccolo foro circolare (con un chiodo o una puntina) in un grande pezzo di cartone. Non guardare attraverso il foro, ma lascia che il sole risplenda e proietti un’immagine su un secondo pezzo di cartone, o anche su un muro bianco o su un terreno libero.

Lo spettacolo della totalità

È sempre intrigante guardare la luna prendere un morso dal sole durante un’eclissi parziale. Ma vivere un’eclissi solare totale è assolutamente sbalorditivo. Inoltre, è sicuro assistere a un’eclissi durante i brevi momenti di totalità in cui il sole è completamente coperto dalla luna.

Durante la fase parziale di un’eclissi c’è ben poco per renderti consapevole che l’eclissi sta accadendo. Il cambiamento alla luce del giorno è abbastanza minimo fino a circa 10 minuti prima della totalità.

Quando la totalità si avvicina, la luce circostante diventa alquanto nitida e innaturale. La temperatura scende e gli animali possono confondersi.

Se lo guardi, puoi persino cogliere l’ombra della luna che corre lungo il terreno verso di te. Alcune superfici possono essere ricoperte con “fasce d’ombra”, onde increspate di ombre chiare e scure.

Il sole è ora una mezzaluna così sottile che la sua luce viene notevolmente rifratta o disturbata dall’atmosfera turbolenta della Terra (questo disturbo atmosferico è ciò che fa scintillare le stelle).

Poco prima che la luna si allinei completamente con il sole, la sottile mezzaluna del sole viene spezzata in piccoli punti di luce. Sono chiamate perle di Bailey, formate dalla luce solare che brilla attraverso la superficie irregolare della luna.

Qualche istante dopo c’è un ultimo lampo luminoso quando l’ultima luce del sole si diffonde attraverso una valle lunare. Questo spettacolo brillante è noto come effetto anello di diamanti.

Con il sole splendente nascosto dietro la luna, la protezione degli occhi non è più necessaria ed è possibile vedere strati del sole che normalmente sono nascosti.

L’atmosfera più esterna del sole, chiamata corona, si estende per milioni di chilometri nello spazio. Il gas tenue è delicato e sottile; è uno spettacolo sbalorditivo.

C’è anche del colore attorno al bordo della luna. Queste protuberanze rosa fanno parte della cromosfera del sole o “sfera di colore” e danzano intorno, cambiando ad ogni momento.

Se riesci a distogliere gli occhi dal sole, il cielo è abbastanza scuro da poter vedere le stelle più luminose. Spesso sono visibili anche Mercurio o Venere, poiché questi due pianeti non si allontanano mai molto dal sole.

La totalità termina con un altro effetto anello di diamanti e troppo rapidamente gli occhi vengono nuovamente schermati ed è ora di guardare la fine dello strano crepuscolo. È un’esperienza che vale la pena vedere. E per alcune persone, conosciute come cacciatori di eclissi, viaggeranno per il mondo per cogliere ogni momento della totalità ovunque esso sia.

Stagioni di eclissi

Un’eclissi solare non si verifica ad ogni luna nuova perché l’orbita della luna è inclinata di 5 gradi rispetto all’orbita terrestre attorno al sole. Il più delle volte, l’ombra della luna manca la Terra, passando sopra o sotto di essa.

Ma circa due volte l’anno, c’è una stagione delle eclissi. Durando circa un mese, le orbite sono allineate in modo che possano verificarsi eclissi.

Durante questo periodo vediamo una coppia di eclissi, costituita da un’eclissi solare (di luna nuova) e un’eclissi lunare (di luna piena). E poiché le fasi di luna nuova e luna piena variano di circa quindici giorni, è anche possibile che ci siano tre eclissi in una stagione.

Il più delle volte, ogni eclissi all’interno di una stagione è visibile da diverse parti del mondo.

Autore

Tanya Hill, Musei Victoria