piedi sul tavolo
  • Categoria dell'articolo:Curiosità / Scienza
  • Ultima modifica dell'articolo:27 Settembre 2023

Immaginatevi seduti comodamente sul divano, le gambe incrociate, mentre gustate il vostro programma TV preferito. È un momento di puro relax, fino a quando, improvvisamente, il vostro piede destro smette di rispondere. Inizialmente, sembra impossibile muoverlo, poi cominciate a sentire una sensazione di formicolio in tutta l’area. Per un minuto o due, vi sentite a disagio e stranamente deboli, ma presto tutto torna alla normalità, e potete alzarvi e camminare senza problemi.

Cosa è appena successo?

Quando un piede “addormentato” si verifica, c’è qualcosa che non va nella comunicazione tra il cervello e i muscoli di quella zona.

Ogni volta che decidiamo di muovere il nostro corpo, che si tratti di alzarci in piedi, camminare o praticare uno sport, il cervello invia segnali ai muscoli per assicurarsi che si muovano correttamente. Quando il cervello non riesce a comunicare con uno o più gruppi muscolari, possono verificarsi situazioni insolite, tra cui quella sensazione strana di “addormentamento“.

Di solito, tutto inizia con una sensazione di intorpidimento o formicolio nell’area interessata. Questa sensazione, comunemente chiamata “piedi e mani addormentate”, è tecnicamente nota come parestesia.

Alcune persone erroneamente pensano che questa sensazione sia causata da una mancanza di flusso sanguigno. Immaginano che la sensazione di “addormentamento” si verifichi quando il sangue, che trasporta nutrienti in tutto il corpo, non riesca a raggiungere il piede. Ma non è così.

Quando il piede si “addormenta”, è in realtà dovuto al fatto che i nervi che collegano il cervello al piede vengono compressi a causa della posizione in cui ci si trova. È importante ricordare che sono questi nervi a trasmettere messaggi avanti e indietro per permettere al cervello e al piede di comunicare tra loro. Se i nervi vengono compressi per un po’ di tempo, il piede perde sensibilità perché non può inviare al cervello i suoi messaggi normali su come si sente o se si sta muovendo.

Una volta che iniziate a muovervi di nuovo, la pressione sui nervi si allevia. Essi “si risvegliano”, e potreste iniziare a sentire quella sensazione di “formicolio“. Non preoccupatevi, questa sensazione durerà solo pochi minuti e poi tutto tornerà alla normalità.

Ora arriva la domanda importante: è pericoloso? 

Nella maggior parte dei casi, quando il piede o qualsiasi altra parte del corpo si “addormenta”, si tratta di una situazione temporanea e nulla di cui preoccuparsi. Infatti, poiché dura solo uno o due minuti, potreste nemmeno ricordare che è successo entro la fine della giornata.

Anche se non sta causando danni permanenti, potreste comunque voler evitare la spiacevole sensazione che si verifica quando il piede si “addormenta”.

Ecco un paio di suggerimenti che possono aiutare:

  • Cambiate posizione spesso.
  • Non incrociate le gambe per lunghi periodi.
  • Quando siete seduti per molto tempo, cercate di alzarvi ogni tanto.

È probabile che non riusciate a prevenire al 100% il “formicolio al piede“. Quindi, non preoccupatevi quando accade ogni tanto. Scomparirà piuttosto rapidamente, e forse potrebbe anche farvi riflettere su tutti gli importanti messaggi che il vostro cervello trasmette di solito senza che ve ne accorgiate.

Autore

Zachary Gillen, Assistant Professor of Exercise Physiology, Mississippi State University