Al momento stai visualizzando Cinque semplici modi per usare meno acqua a casa
  • Categoria dell'articolo:Ambiente
  • Ultima modifica dell'articolo:8 Agosto 2022

Con così tanto mondo che soffre di siccità, potresti pensare che la tua capacità di aiutare sia minima. Ma se si considera che una persona media utilizza da 150 a circa 240 litri di acqua al giorno, è facile vedere come piccoli cambiamenti alla propria routine ed usare meno acqua possano sommarsi.

Più della metà dell’acqua estratta da fiumi, torrenti e falde acquifere alimenta la rete idrica pubblica. Queste estrazioni, come vengono chiamate, peggiorano le condizioni di siccità prosciugando i corsi d’acqua locali, privando la vegetazione, i pesci e altre forme di vita acquatica dell’acqua di cui hanno bisogno per sopravvivere alla siccità.

Riempire piscine per bambini per rinfrescarsi, fare più docce ogni giorno per rimanere puliti, innaffiare il giardino per far rivivere le piante appassite: tutte queste attività extra contribuiscono a un forte aumento del consumo di acqua pubblica nelle giornate calde e secche. E questi impatti possono durare per mesi, poiché i sistemi di acqua dolce hanno bisogno di molte precipitazioni aggiuntive per riprendersi dalla siccità.

Se ogni persona può ridurre il proprio consumo di acqua durante una siccità, ne beneficerebbe in modo significativo il mondo naturale nel suo recupero. Ecco cinque cose che puoi fare a partire da oggi.

1. Fai meno doccia

La maggior parte dell’acqua che usi è nella doccia. Per ogni minuto che passi sotto il soffione della doccia (a seconda della sua potenza), cadono circa 10 litri d’acqua. Dal momento che la maggior parte delle persone fa la doccia per una media di sette minuti, metà del consumo quotidiano di acqua avviene per prima cosa al mattino.

Spegnere la doccia mentre ti lavi i capelli o applicare il gel doccia può aiutare a risparmiare acqua, così come accorciare la lunghezza della doccia in generale. Assicurati però di non passare a un bagno: l’immersione media nella vasca utilizza circa 80 litri di acqua.

2. Usa l’acqua piovana in giardino

Durante un periodo di siccità, il giardiniere medio può usare centinaia di litri d’acqua per mantenere le piante idratate. Alcune persone useranno un annaffiatoio (buono), altri potrebbero lasciare un irrigatore acceso tutto il giorno (cattivo). La maggior parte usa l’acqua potabile, che è uno spreco: le piante si accontentano dell’acqua piovana.

Aggiungi un mozzicone d’acqua che raccolga la pioggia che cade sul tuo tetto e usalo per il giardino. Per scoprire come installarne uno, guarda questo video .

3. Usa lo sciacquone corto

Per scarico, la tua toilette utilizza circa 5 litri di acqua e fino a 10 litri nei modelli precedenti. Se disponibile, usare il risciacquo corto per ridurre significativamente la quantità di acqua sprecata.

4. Riduci il lavaggio dell’auto

Se hai bisogno di lavare la tua auto, fallo alla vecchia maniera con secchio e sapone invece di lavarla. L’acqua contenuta in un secchio ( circa 30 litri ) è significativamente inferiore alla media che scorre attraverso un tubo (circa 15 litri al minuto ). Meglio ancora, evita di lavare completamente la tua auto durante la siccità.

5. Riutilizzare l’acqua

Se stai lavando le verdure, puoi raccogliere l’acqua in una ciotola nel lavandino e poi darla alle piante in casa o all’esterno. Mentre aspetti che l’acqua calda esca dal rubinetto, usa quella fredda per riempire il bollitore. Chiudi il rubinetto mentre ti insapona le mani con il sapone o ti lavi i denti. Anche se questi sono solo piccoli risparmi, fanno la differenza nel tempo.

Le piscine gonfiabili sono incantevoli per rinfrescarsi nelle giornate più calde. Una pompa di pulizia può filtrare l’acqua e riciclarla senza che sia necessario utilizzare più acqua per mantenere pulita la piscina.

Risparmia acqua, risparmia denaro

Tutti questi suggerimenti possono ridurre significativamente il consumo di acqua e combattere gli effetti della siccità sull’ambiente. Possono anche farti risparmiare denaro.

Se hai la possibilità di ristrutturare la tua casa, vale la pena installare un sistema di raccolta dell’acqua piovana che, abbinato ad una pompa, possa scaricare lo scarico dei wc. In Belgio, ad esempio, è prassi comune installare un tale sistema (di fatto, un grande bacino d’acqua sotterraneo) in case di nuova costruzione.

La maggior parte delle persone faticherebbe a permettersi questo tipo di misure, e quindi case e comunità a prova di siccità dovrebbero far parte dello sforzo per adattare i paesi alle condizioni meteorologiche estreme previste in un mondo in rapido riscaldamento.

Autore

Niko WandersUniversità di Utrecht